ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Russia: Putin può perdere maggioranza 2/3

Lettura in corso:

Elezioni in Russia: Putin può perdere maggioranza 2/3

Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier russo Vladimir Putin potrebbe ritrovarsi dopo le elezioni legislative del 4 dicembre con un partito, Russia Unita, privo della maggioranza costituzionale dei due terzi del parlamento.

Secondo i sondaggi quella che era considerata una corazzata inaffondabile potrebbe scendere dal 64 al 53%.

“Se la maggioranza parlamentare sarà esigua – ha spiegato il premier in conferenza stampa – e, come in molti altri Paesi, non sarà in grado di approvare le misure necessarie nel tempo e sarà costretta a vivere solo sulle promesse come è accaduto nel 1990, questo trascinerà il nostro Paese nella situazione che i nostri amici e partner europei hanno già affrontato”.

Secondo alcuni analisti, il calo dei consensi è legato allo scarso impegno profuso in una campagna elettorale dall’esito scontato.

“Il panorama politico è veramente immobilizzato – ha detto Lev Gudkov, direttore del centro di analisi politica Levada – gli avversari sono stati emarginati e non esiste una vera e propria competizione”.

Ad approfittare dell’emorragia del partito putiniano

sarebbero comunisti e liberaldemocratici dell’ultranazionalista Vladimir Zhirinovksi: i primi raddoppierebbero i consensi arrivando al 20% con 94 seggi, gli altri passerebbero dall’8 al 12%.

“Penso che ci sarà una sorta di stagnazione perché tutto resterà come in questo momento – dice una giovane moscovita – Russia arrivirà a 12 anni di governo, per quel giorno penso che la Russia sarà al collasso”.

“Ho molta voglia di credere che andrà bene, ma sarà lo stesso difficile per tutti – è l’opinione di una donna intervistata nella capitale – In generale credo che non esistano persone perfette, o un leader perfetto”.

La legge elettorale vieta ulteriori sondaggi a ridosso del voto, la Russia attende l’esito delle urne.