ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Yemen spari sui manifestanti anti-Saleh, 5 morti

Lettura in corso:

In Yemen spari sui manifestanti anti-Saleh, 5 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accordo per l’uscita di scena del presidente Ali Abdullah Saleh non ha messo fine alle violenze in Yemen. A Sanaa un commando armato di lealisti in

abiti civili ha aperto il fuoco e ucciso cinque manifestanti che contestavano l’immunità garantita all’uomo forte del regime e ai suoi congiunti.

È stato lo stesso Saleh a condannare le violenze e a ordinare l’apertura di un’inchiesta.

Se l’accordo andrà in base al piano, l’attuale presidente diventerà il quarto leader ad essere deposto dalle rivoluzioni della Primavera araba. La questione immunità ha aperto una lotta anche all’interno dell’opposizione, tra i più intransigenti e quanti aprivano al piano. Lotta degenerata in scontri di piazza che hanno causato 45 feriti.

In base all’intesa mediata dal Consiglio di cooperazione del Golfo, Saleh deve cedere tutti i poteri per l’attuazione del piano al suo vice e resterà presidente per altri 90 giorni.

Ma i giovani di Sanaa continuano a gridare no all’immunità. Per loro, dopo 33 anni di regime, è necessario processare il dittatore.