ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: disordini anche ad Ismailia e Alessandria

Lettura in corso:

Egitto: disordini anche ad Ismailia e Alessandria

Dimensioni di testo Aa Aa

La sesta notte di disordini e violenze in Egitto è quella che fa scricchiolare le certezze delle autorità sul calendario politico. Il ministro dell’Interno egiziano Mansour el-Essawy si è detto favorevole a rinviare la prima tornata delle elezioni legislative fissata per lunedì 28 novembre. Per ora solo un’opinione isolata.

La protesta fa un salto di qualità e si allarga dal Cairo ad Ismailia, sul Canale di Suez, e ad Alessandria. Il bilancio ufficiale dei morti di questi giorni di caos e proteste è di 35 vittime. Oltre 2.000 le persone ferite.

Si moltiplicano le denunce sull’uso indiscriminato della forza da parte dell’esercito. Mohamed el Baradei, ex Segretario Generale dell’Agenzia Atomica Internazionale e probabile candidato alle presidenziali, ha parlato dell’impiego di gas lacrimogeni con agente nervino e dell’uso di proiettili veri. Notizie smentite dai vertici dell’esercito.

Ma l’Alto Commissario Onu per i diritti umani Navi Pillay ha sollecitando un’inchiesta rapida e imparziale in merito.