ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ocampo non si oppone a processo in Libia per Saif

Lettura in corso:

Ocampo non si oppone a processo in Libia per Saif

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte penale internazionale non si opporrà a un processo in Libia per Saif al Islam Gheddafi. Il procuratore generale Luis Moreno Ocampo, in visita a Tripoli, ha posto come unica condizione che il figlio del defunto raiss non venga sottratto alla giustizia: “La Libia ha ora un nuovo governo e pertanto ha il diritto di processare Saif e anche l’ex capo dell’intelligence del regime, Abdullah al Senoussi. Le nostre norme assegnano la priorità al sistema nazionale: se questo è in grado di effettuare il processo, la Corte dell’Aja non interverrà”.

Ocampo ha anche detto di credere che Abdullah al Senoussi non sia stato arrestato, al contrario di quanto avevano annunciato le autorità libiche domenica scorsa. Nel frattempo, nessuna conferma è giunta dal Consiglio nazionale transitorio, che lunedì ha nominato un governo ad interim.

Annunciando la lista dei 24 ministri, il premier Abdurrahim El Keib ha detto che nell’esecutivo è rappresentato tutto il paese. Non era scontato, data la frammentazione della popolazione in clan animati da forti rivalità. Il ministero del petrolio è andato a un ex dirigente dell’Eni. La Difesa e gli Esteri a esponenti degli ex ribelli di Misurata e delle regioni dell’est.