ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: folla immensa in piazza Tahrir, scontri a Ministero Interni

Lettura in corso:

Egitto: folla immensa in piazza Tahrir, scontri a Ministero Interni

Dimensioni di testo Aa Aa

La protesta non accenna a spegnersi, in Egitto: piazza Tahrir è piena di manifestanti come nel febbraio scorso, quando il crescendo di proteste e disordini portò alla caduta di Hosni Mubarak. Le vie circostanti sono dei campi di battaglia, lo è soprattutto quella che porta al Ministero dell’Interno. Non sono valse a nulla le promesse di elezioni presidenziali entro giugno. I manifestanti ormai vogliono una cosa sola:

“Diciamo al maresciallo Tantaoui, vattene ora, vai a raggiungere Mubarak. Noi moriremo su questa piazza, non la lasciamo. C‘è troppa gente che muore”.

Una quarantina finora i morti, secondo le fonti ufficiali, ma si teme che siano molti di più. Almeno due vittime anche ad Alessandria.

La gravità della situazione è confermata dall’appello lanciato dal Gran Imam al Azhar el Tayeb: un appello alla nazione, come accadde in febbraio. Ha chiesto alle due parti di cessare le violenze, ha chiesto alla polizia di smettere di “sparare sul petto degli egiziani”.

Dopo una tregua di un paio d’ore, garantita da alcuni volontari che facevano da scudi umani, una carica della polizia ha scatenato un nuovo assalto al Ministero dell’Interno. La polizia ha poi dovuto ritirarsi all’interno del Mionistero, presidato dall’esercito.