ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Omicidi del kebab: Berlino commemora le vittime

Lettura in corso:

Omicidi del kebab: Berlino commemora le vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Omicidi del Kebab: con un minuto di silenzio al Bundestag, Berlino rende omaggio alle vittime del neo-nazismo.

E mentre pensa a un risarcimento per le famiglie, riconosce le manchevolezze dei servizi segreti nella vicenda venuta alla luce ai primi di novembre.

“Siamo consci della nostra responsabilità”, ha dichiarato Norbert Lammert, presidente del parlamento tedesco, “Siamo fortemente determinati a fare il possibile, nel rispetto della legalità, per chiarire fatti e antefatti”.

Uccisi, nell’est della Germania, 8 turchi e un greco ma per gli inquirenti i delitti potrebbero essere molti di più.

Tutti opera di una cellula terroristica, Clandestinità nazionalsocialista, scoperta dopo il misterioso suicidio di due neonazi, fino ad allora considerati delinquenti comuni.

Nella roulotte in cui sono stati ritrovati, anche la pistola di una poliziotta uccisa nel 2007, forse per una vendetta trasversale.

Una dozzina i sospettati, in carcere un fiancheggiatore e il terzo membro accertato del gruppo, una donna che dato fuoco alla loro abitazione.

Allo studio del governo, la messa al bando dell’estrema destra dell’NPD, troppo vicina alla rete terroristica. Ci aveva già provato invano dieci anni fa.