ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Assad "pronto a morire" contro intervento straniero

Lettura in corso:

Siria: Assad "pronto a morire" contro intervento straniero

Dimensioni di testo Aa Aa

Pronto a combattere e morire per opporsi ad ogni sorta di intervento straniero. Il Presidente siriano Bashar Al-Assad torna a prendere posizione e denuncia le pressioni internazionali. A partire da quelle esercitate dalla stessa Lega Araba che ha aperto la via alle sanzioni dopo aver posto un ultimatum per la fine delle violenze nel Paese.

In un intervento, ieri, sulla stampa britannica, Assad ha ripetuto la sua posizione: il governo agisce per far rispettare la legge infranta da gruppi criminali.

Sulla Lega Araba poi si è così espresso il ministro degli Esteri di Damasco: “Il piano, così come ci è stato presentato, dice che la missione della Lega Araba ha il diritto di agire. Questa è una violazione della nostra giurisdizione e un attentato alla sovranità del nostro Paese. Non ci sono precedenti analoghi, nessun caso in cui un’associazione di Paesi della stessa regione agisca contro uno dei suoi membri”.

In tutto il Paese continuano le manifestazioni, pro e contro il Presidente, in carica dal 2000. Secondo le Nazioni Unite, da marzo ad oggi le proteste e la repressione in Siria hanno fatto almeno 3.500 morti.