ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, almeno una ventina i morti a piazza Tahrir

Lettura in corso:

Egitto, almeno una ventina i morti a piazza Tahrir

Dimensioni di testo Aa Aa

Piazza Tahrir è di nuovo l’epicentro della protesta, e queste erano le scene di guerriglia nelle vie circostanti, stamattina.

Il centro del Cairo, che era il cuore pulsante della primavera araba, è interessato ora da una protesta contro il regime militare, troppo lento nella fase di transizione, troppo restrittivo contro i blogger: si moltiplicano arresti e processi contro quegli stessi giovani, in gran parte studenti, che in febbraio diffondevano e organizzavano la protesta attraverso i social network.

“Questo è il regime militare corrotto del Maresciallo Tantaoui, era parte del regime lui”, dice un manifestante, e gli fa eco l’altro: “vogliamo che il regime di Mubarak sia processato in tempi rapidi, altrimenti perdiamo la fiducia nel Consiglio supremo. Le loro sono solo parole, non vediamo nessun risultato”

Il bilancio del fine settimana di proteste è di almeno 20 morti e 1500 feriti, nella gran parte dei casi non gravi.

Le cariche d’alleggerimento della polizia e dell’esercito proseguono, in ospedale arrivano molti manifestanti intossicati dai gas lacrimogeni.

Tutto questo accade a una settimana dalle previste elezioni legislative, ma molti temono che vengano rinviate.