ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studenti italiani in piazza per il debutto di Monti

Lettura in corso:

Studenti italiani in piazza per il debutto di Monti

Dimensioni di testo Aa Aa

Studenti in corteo a Milano per il debutto del governo Monti, a difendere l’istruzione pubblica e chiedere priorità alle persone e non alle banche.

Qualche tafferuglio, con tiri di uova e manganellate di risposta, quando hanno puntano alla Bocconi, simbolo di quella scuola d‘élite già diretta dallo stesso premier.

Identico scenario di rivolta studentesca anche a Roma. E, anche qui, lanci di frutta e verdura contro la polizia in assetto antisommossa per una manifestazione partita dalla Sapienza.

“Secondo noi”, spiega un manifestante, “un economista al potere è una cosa grave, comunque, perché non è una persona capace di gestire la situazione che c‘è adesso. E, soprattutto, non è in grado di comprendere quali sono veramente i nostri problemi”.

E mentre il nuovo presidente del Consiglio annuncia equità nei sacrifici, i giovani in piazza temono altri tagli alla scuola, nel solco della riforma Gelmini.

Una protesta che ha coinciso con una mobilitazione contro l’austerity indetta da Cobas e altri sindacati.

“Il programma di Monti”, afferma Piero Bernocchi dei Cobas, “è un programma ultra liberista che prosegue con l’idea disastrosa che bisogna far pagare la crisi sempre ai più deboli”.

Nella capitale, il caos e le file dei cittadini per il concomitante sciopero nel settore dei trasporti che ha paralizzato per ore metro, bus e ferrovie e ha visto l’adesione di più del 50 per cento dei lavoratori.