ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Governo, Monti ottiene fiducia al Senato

Lettura in corso:

Governo, Monti ottiene fiducia al Senato

Dimensioni di testo Aa Aa

Mario Monti ha ottenuto la fiducia del Senato, e si avvia ad affrontare ormai a cuor leggero l’ultimo ostacolo, la fiducia alla Camera, in un venerdì che suggella una settimana-maratona. Il nuovo Presidente del Consiglio ha illustrato il proprio programma riscuotendo, a giudicare dalle reazioni immediatamente successive, ampio consenso dalle forze che gli avevano già garantito l’appoggio. È un programma articolato, che non si limita all’emergenza. L’intervento sul debito ne è, comunque, la priorità:
 
“Il futuro dell’euro dipende anche da ciò che farà l’Italia nelle prossime settimane.   Anche, non solo: ma anche.   Gli investitori internazionali detengono quasi metà del nostro debito pubblico.   Dobbiamo convincerli che abbiamo imboccato la strada di una riduzione graduale ma durevole del rapporto tra debito pubblico e Prodotto Interno Lordo.   I sacrifici necessari per ridurre il debito e per far ripartire la crescita dovranno essere equi.   Maggiore sarà l’equità, più accettabili saranno quei provvedimenti”
 
Tra le misure annunciate anche l’aumento dell’IVA previsto dal governo Berlusconi: non più, però, usato direttamente per la riduzione del debito; andrebbe a ridurre il cuneo fiscale e quindi il costo del lavoro, favorendo la crescita, secondo il piano di Monti, che ha anche accennato a una reintroduzione dell’ICI sulla prima casa.   (Ha menzionato anche una riforma complessiva del mercato del lavoro: tra le proposte, anche una tassazione privilegiata per le assunzioni di donne).

Leggi anche- Bonino: l’impegno di Monti deve essere l’impegno di tutti