ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Occupy: giudice dice no alle tende a Zuccotti Park

Lettura in corso:

Occupy: giudice dice no alle tende a Zuccotti Park

Dimensioni di testo Aa Aa

Il movimento occupy ritorna a Zuccotti Park, ma senza tende. Dopo lo sgombero forzato, i dimostranti di New York si sono assiepati a centinaia lungo le barriere erette dalla polizia a protezione del parco, preannunciando l’intenzione di voler riprendere l’occupazione.

Il giudice di New York, però, ha proibito gli accampamenti nel luogo simbolo della protesta contro le diseguaglianze economiche, suscitando la replica della difesa: “La loro azione non ha avuto seguito in tutto il mondo e in tutto il Paese per l’aspetto del campeggio – ha detto in aula l’avvocato del movimento Alan Levine – ma per il suo messaggio”.

Nonostante gli oltre 200 arresti, gli indignati statunitensi hanno deciso di proseguire la protesta. La polizia ha scelto la linea dura, ma loro non mollano:

“Pensiamo che questo servirà solo a renderci più forti, ad avere più persone coinvolte in quello che stiamo facendo – il commento di Mark Bray, un manifestante – Decideremo se occupare un altro luogo o rimanere a Zuccotti Park”.

Anche i media sono finiti nel mirino della polizia della Grande Mela: le autorità cittadine hanno stabilito, tra lunedì e martedì, la chiusura dello spazio aereo per evitare che gli elicotteri delle stazioni televisive riprendessero lo sgombero.