ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: esclusione "pericolosa", per Damasco

Lettura in corso:

Siria: esclusione "pericolosa", per Damasco

Dimensioni di testo Aa Aa

“Un passo pericoloso”: la decisione della Lega araba di sospendere Damasco rappresenta – secondo il Ministro degli Esteri siriano, Walid Mouallem - un precedente da non sottovalutare, soprattutto per la violazione delle regole.
 
“È stato fatto anche un passo estremamente pericoloso, che comporta conseguenze per la cooperazione presente e futura nel mondo arabo.
La decisione di sospendere un Paese membro deve essere presa all’unanimità, ad eccezione del Paese in questione.  E questo non è accaduto”.  
 
Mouallem, che ha parlato nel corso di una visita in Libano, si è poi scusato per gli attacchi della folla di sostenitori del regime ad alcune sedi diplomatiche, proteste avvenute dopo la decisione della Lega Araba.
 
Mouallem si è poi detto convinto che la crisi stia ormai per volgere al termine, ed ha detto di contare su Cina e Russia, che non hanno modificato le loro posizioni.   “Li stiamo consultando”, ha detto il Ministro siriano.
 
La Russia cerca una mediazione: in arrivo domani a Mosca una delegazione dell’opposizione siriana più radicale.  Dal canto suo, l’opposizione siriana ha già dichiarato la propria indisponibilità al negoziato per le riforme: l’unico negoziato possibile – per la maggioranza degli oppositori – è sul modo di evitare il caos con l’uscita di scena del regime.