ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per salvare l'Italia necessarie misure impopolare

Lettura in corso:

Per salvare l'Italia necessarie misure impopolare

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rischio di default fiscale dell’Italia sembra per ora scongiurato. Ma, dietro l’angolo, c‘è il rischio di un’altra perdita, ossia quella del patrimonio italiano, non solo quello culturale, ma anche quello delle grandi aziende: “Per non arrivare a questa altra forma di default – dice il parlamentare Paolo Guzzanti -, cioé allo spogliamento delle nostre ricchezze bisognerà che questo governo faccia le cose impopolari che anche con un vestito grigio, un bell’aspetto, un bel taglio di capelli sempre impopolari restano”.

A sensibilizzare sull’urgenza di cambiamento ci pensa Gaetano Ferrieri, che da più di 160 giorni è in sciopero della fame. Agente immobiliare propone una cura dimagrante per la politica italiana e non solo: “I tagli di questa politica per 80 miliardi di euro la diminuzione delle consulenze a livello nazionale – dice -, la diminuzione degli stipendi di manager e di parlamentari a 3.000 euro, e praticamente i tagli delle province. Il secondo provvedimento è quello relativo al controllo dell’evasione fiscale, quindi all’elusione di 300 miliardi che sono stati portati all’estero da parte di grandi società”.

Sotto a Montecitorio giorno e notte, Ferrieri spera che il suo messaggio possa servire a qualcosa e che le sue petizioni ottengano qualche risultato.