ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia il giorno dopo: riflessioni e attesa

Lettura in corso:

Italia il giorno dopo: riflessioni e attesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il giorno dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi, l’Italia ha vissuto una domenica di attesa per i nuovi, rapidi sviluppi che dovrebbero portare alla formazione di un nuovo governo. E si è posta interrogativi non solo sulla reazione dei mercati, fin da lunedì mattina, ma anche sulle possibili prospettive politiche.

“Penso – dice Franco Pavoncello, presidente dell’Università John Cabot – che anche il partito di Berlusconi e l’intero sistema politico comprendano che siamo in una fase in cui certe riforme debbono essere fatte per salvare il Paese dalla bancarotta e per ridare slancio alla crescita economica, che è necessaria”.

Tra chi ha celebrato l’uscita di Berlusconi dal governo e chi no, la reazione degli italiani è stata comunque complessivamente composta.

“Sinceramente – afferma un turista – era un po’ che cominciava a ver stancato gli italiani in genere, insomma. Forse ci ha preso in giro un pochino troppo”.

Il mite autunno romano saluta una nuova fase politica che si apre, densa di prospettive ma anche di incognite. I prossimi giorni si riveleranno decisivi per il futuro del Paese.