ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: a Van si scava ancora tra le macerie

Lettura in corso:

Turchia: a Van si scava ancora tra le macerie

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attesa. E la speranza che diventa di ora in ora più flebile. A Van, in Turchia, i parenti delle persone che ancora mancano all’appello restano nei pressi delle macerie dell’Hotel Bayram, un edificio di cinque piani crollato a causa del sisma, di magnitudo 5.6, che mercoledì ha colpito la città.

Tre settimane fa un altro terremoto aveva causato più di 600 morti. E mentre il numero delle vittime di questa scossa è salito a 17, i soccorritori proseguono incessantemente il loro lavoro.

“Non stiamo ricevendo alcuna conferma che ci siano ancora persone vive – spiega Aksit Dayi, responsabile dei soccorsi – ma stiamo ancora lavorando come se ci fossero sopravvissuti sotto le macerie. Lavoriamo con il sistema di rimozione degli strati e abbiamo già raggiunto il terzo piano”.

È stata intanto trasportata nella capitale Ankara la soccorritrice giapponese rimasta ferita nel crollo dell’albergo. La donna faceva parte di una squadra di soccorritori arrivata dal Giappone dopo il sisma del 23 ottobre scorso.