ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tepco apre le porte di Fukushima, "migliorate le condizioni"

Lettura in corso:

Tepco apre le porte di Fukushima, "migliorate le condizioni"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Tepco cerca di mostrare ai media che ha imparato la lezione. La società giapponese che gestisce la centrale nucleare di Fukushima Daiichi, distrutta dallo tsunami dell’11 marzo, ha aperto le porte alle telecamere.

L’intento è dimostrare che non c‘è pericolo di contaminazione tra i lavoratori.

“Le condizioni ambientali sono migliorate molto – dice un responsabile, da 39 anni dipendente Tepco – Penso che sia molto più stabile. Ma abbiamo una lunga strada davanti. Ancora non sappiamo esattamente cosa aspettarci”.

La società tenta di dimostrare al governo nipponico – che appena una settimana fa ha versato nelle sue casse l’equivalente di 8,3 miliardi di euro – di non voler ripetere più gli errori del passato.

Ed ecco allora edifici prefabbricati per i lavoratori,

strutture di screening da decontaminazione e una mensa per gli oltre 3mila dipendenti, per interrompere la dieta dei cibi in scatola.