ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dubai Airshow: sempre più in alto

Lettura in corso:

Dubai Airshow: sempre più in alto

Dimensioni di testo Aa Aa

Euronews – Due settimane dopo il Salone Aeronautico di Dubai si festeggerà il 40simo anniversario degli Emirati Arabi Uniti. Che tipo di impatto avrà sul Salone?

Alison Weller (Amministratore Delegato del Dubai Airshow): L’edizione di quest’anno costituirà un evento ufficiale all’interno della Festa Nazionale degli Emirati, festa che segna il quarantesimo anniversario della nostra federazione. Dal 13 al 17 novembre il Salone sarà la vetrina del meglio realizzato dal nostro settore aerospaziale negli ultimi 40 anni, e ci consentirà altresì di fare comunicazione col resto del mondo sul 40simo anniversario dalla creazione degli Emirati Arabi Uniti nel momento in cui la stampa mondiale coprirà l’Airshow.

Oltre a rivolgere lo sguardo al recente passato, il salone prevede uno spettacolo acrobatico denominato ‘Future day’, per presentare ai nostri giovani il settore e individuare i piloti di domani. Il Salone presenterà anche le migliori società del settore aerospaziale, Mubadala Aerospace, per esempio, la nostra bandiera sventolerà nei cieli, e gli aerei la disegneranno nei suoi colori rosso, nero, verde e bianco.

EN – La crisi economica ha colpito tutti i settori, eppure quest’anno ci aspetta il più grande Salone di Dubai, e tanto Airbus che Boeing sostengono di vendere più che in passato – come spiegare questa contraddizione?

AW: Il Salone cresce perché in Medio Oriente questo è un settore in espansione. E il nostro è uno dei saloni che registra la crescita maggiore a livello mondiale; inoltre, a ogni edizione, attiriamo sempre più espositori. Quest’anno sono quasi duecento le nuove aziende, e il fatto di diventare un appuntamento fisso ci rende sempre più globali: oggi ben 50 paesi sono presenti al Salone, e più del 20% dei 55mila visitatori sono stranieri.

EN – Che cifre prevedete per questa edizione?

AW: Il Dubai Airshow continua a crescere nonostante la situazione economica globale. Quest’anno prevediamo mille espositori in più, ossia un incremento del 12% rispetto al 2009 (quando furono 890 provenienti da 47 paesi). Anche allora i media di tutto il mondo rimasero stupefatti davanti a tale crescita in un momento di crisi, e stavolta ci ripeteremo!

EN – Quali sono i modelli esposti al Salone di cui è più fiero?

AW: Il Boeing Dreamliner 787 farà il suo debutto in Medio Oriente, e questa è una bella novità. Ci saranno anche il Bell/Boeing V-22 Tilt Rotor, un apparecchio unico in grado di effettuare decolli e atterraggi verticali o su piste molto brevi; l’MA600, prodotto dalla cinese Xi’an Aircraft Industry Co. Ltd, un 60 posti che i visitatori potranno vedere per la prima volta al di fuori della Cina. Poi, ed è una prima storica, in onore del 40esimo dalla creazione degli Emirati Arabi Uniti, l’esibizione acrobatica aprirà con la squadra nazionale, Al Fursan, che volerà su apparecchi Alenia Aermacchi. Presente anche il team francese su Alpha jet.

Quest’anno sarà anche l’occasione per alcune dimostrazioni tecniche di altissimo livello, oltre che per esibire diversi modelli di apparecchi. In mostra vi saranno F18, F15, C17, C-130J, oltre a un Apache MH-60 del governo americano, e una serie di business jet prodotti da società quali Gulfstream, Bombardier e Cessna. Gli elicotteri faranno anche la loro bella figura, grazie a società quali Russian Helicopters, Sikorsky, Bell and MD Helicopters, oltre alla Quest, che lancerà un programma per la costruzione di elicotteri, una prima assoluta negli Emirati Arabi.