ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Liberia: bassa affluenza al voto dopo le violenze

Lettura in corso:

Liberia: bassa affluenza al voto dopo le violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Il timore di nuove violenze ha frenato gli elettori in Liberia dove si è votato per il secondo turno delle presidenziali.

Il voto è stato boicottato da Winston Tubman, il principale rivale della Presidente uscente Ellen Johnson Sirleaf. Tubman ha denunciato il rischio di frodi e addirittura un tentativo di omicidio ai suoi danni. Durante una manifestazione a Monrovia sarebbe stato nel mirino di alcuni cecchini.

Il sogno per Ellen Johnson, Premio Nobel per la pace, di celebrare un voto che riportasse l’equilibrio nel Paese, sembra infranto.

“Siamo profondamente addolorati per la violenza e le vittime e continueremo a dire al Paese quanto siamo addolorati. Un’inchiesta è stata avviata. Appena ci saranno dei risultati vedremo quali azioni intraprendere” ha detto Sirleaf.

Alla vigilia del voto le forze dell’ordine hanno represso nel sangue una manifestazione dell’opposizione aprendo il fuoco con proiettili veri. Almeno due le vittime. L’opposizione considera la Sirleaf responsabile dell’accaduto.