ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: nulla di fatto sulla nomina del nuovo premier

Lettura in corso:

Grecia: nulla di fatto sulla nomina del nuovo premier

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la Grecia è stata un’altra fumata nera e nemmeno dopo tre giorni di colloqui è uscito il nome del nuovo primo ministro. La riunione con il presidente della Repubblica per la composizione del futurogoverno, si è arenata per mancanza di consenso tra i partiti politici e dissapori all’interno dei partiti stessi.

Il leader di Laos, partito minore di destra, ha lasciato la riunione: “Il signor Papandreou e il signor Samaras prendono in giro Papoulias” – ha detto George Karatzaferis in disaccordo sulla nomina di Filippos Petsalnikos – stretto collaboratore di Papandreou – ipotizzata per la successione del premier uscente.

Nomina che avrebbe scatenato la ribellione anche di membri del principale partito di centro-destra, Nuova Democrazia, in contrasto con il leader Antonis Samaras: “Il mio problema non sono gli individui – ha detto Samaras -, il mio problema è sbloccare la sesta tranche del piano di salvataggio in questo momento cruciale per il Paese”.

In giornata George Papandreou era andato in tv per annunciare ufficialmente le dimissioni in un discorso dal quale ci si attendeva il nome del nuovo premier, mai pronunciato. Intanto l’ex vice-presidente della BCE Lucas Papademos – prima favorito poi scartato – detta condizioni per un’ipotetica guida del governo di unità nazionale.

Se non riuscirà a ottenere gli aiuti internazionali, il mese prossimo il Paese rischia di fallire.