ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli italiani e le dimissioni posticipate di Berlusconi

Lettura in corso:

Gli italiani e le dimissioni posticipate di Berlusconi

Dimensioni di testo Aa Aa

È un’Italia basita ma anche rassegnata quella che si è svegliata il giorno dopo le dimissioni soltanto annunciate di Berlusconi. Nelle edicole i quotidiani aprono tutti con la disfatta del premier alla Camera, sottolineando però come il presidente del Consiglio rimarrà a palazzo Chigi almeno fino a fine novembre. Il timore degli italiani è che l’incertezza politica possa trascinare il Paese verso il baratro.

“Non credo – dice una signora – alle dimissioni di Berlusconi. Penso che troverà un modo per proseguire, in qualche modo”.

“Ci troveremo – aggiunge un uomo – in un periodo elettorale molto confuso. E a questo punto non so dove si potrà arrivare”.

“È una vergogna – conclude un signore – le dimissioni a tempo è una cosa che ci mancava. Ora abbiamo visto anche questa. La morte annunciata ci mancava”.

Oggi intanto i mercati intanto stanno reagendo negativamente alla caparbia di un premier in caduta libera che vuole restare al potere il più a lungo possibile.