ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Estrema sinistra greca dice no a "governo banchieri"

Lettura in corso:

Estrema sinistra greca dice no a "governo banchieri"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’estrema sinistra greca non digerisce la nomina di Lucas Papademos a primo ministro e dice no ai governi dei banchieri.

E per le strade di Atene alla disillusione si alterna la rabbia verso la classe politica nazionale ed europea.

“Ogni Paese è troppo impegnato a badare ai propri interessi e operare per difenderli – dice Christos, un banchiere in pensione – La mancanza di una politica comune europea ci ha portato a questo punto e sfortunatamente non hanno imparato niente dalla crisi economica del 2008”.

“È deludente – ammette Niarchos, ex medico – i leader europei hanno perso il treno quando la crisi greca è iniziata due anni fa. Naturalmente la Grecia ha le sue colpe, i suoi leader hanno sbagliato, ma esiste un problema di leadership generale”.

Il nuovo governo di unità nazionale deve affrontare, oltre alla delusione, un’evasione fiscale al 30% e un rapporto tra debito pubblico e pil arrivato al 160%.