ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Belgrado piano per i rifugiati nei Balcani

Lettura in corso:

A Belgrado piano per i rifugiati nei Balcani

Dimensioni di testo Aa Aa

Serbia, Bosnia, Croazia e Montenegro uniti per affrontare la questione dei rifugiati della regione balcanica.

Una conferenza a Belgrado ha riunito i ministri degli Esteri dei 4 governi che hanno sottoscritto un piano d’azioni comuni per gestire le migliaia di persone che tutt’ora vivono in condizioni di rifugiati di guerra sparsi nei Paesi dell’ex Jugoslavia.

“Il nostro compito morale, umano, politico comune” ha detto il ministro degli Esteri bosniaco Sven Alkalaj “è quello di ottemperare ai nostri obblighi nei confronti dei rifugiati. Va fatto nella maniera più equilibrata possibile e basandosi sulla loro volontà, che vogliano tornare alle proprie case o integrarsi nei luoghi in cui hanno vissuto finora, in modo da costruirsi un futuro”.

Sono circa 74.000 le persone che non sono mai potute tornare nei luoghi da cui sono state costrette a fuggire a causa della guerra. Il piano prevede la loro messa in sicurezza e facilitazioni per l’ottenimento di documenti. L’anno prossimo l’annunciata conferenza dei donatori dovrà assicurare 584 milioni di euro necessari per il piano.