ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Farc: "in carcere o nella tomba"

Lettura in corso:

Farc: "in carcere o nella tomba"

Dimensioni di testo Aa Aa

Bogotà conferma la morte del capo delle Farc, Alfonso Cano, alias Guillermo Leon Saenz Varga, durante un bombardamento nella foresta del sudovest. Uccisi anche la sua compagna e diversi guerriglieri.

È il colpo più duro della storia sferrato contro il gruppo ribelle armato, rivendica il presidente colombiano Juan Manuel Santos.

“La violenza non è la strada giusta e voglio inviare un messaggio a tutti e a ciascuno dei membri di questa organizzazione: arrendetevi, perché in caso contrario, come abbiamo detto tante volte e come abbiamo dimostrato, vi ritroverete o in carcere o una tomba”.

Cano, 63 anni, guidava i guerriglieri dall’uccisione del capo fondatore, Manuel Marulanda, nel 2008. Altri due leader sono stati eliminati nel frattempo e arrestato il responsabile finanziario, uno degli autori del sequestro Betancour.

Sullo sfondo, l’area rurale del Cauca, usata dalla guerriglia come ‘‘corridoio strategico’‘ e nascondiglio di truppe e ostaggi.