ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi: Italia sotto esame, governo traballa

Lettura in corso:

Crisi: Italia sotto esame, governo traballa

Dimensioni di testo Aa Aa

Un decennio per risanare le finanze europee. Parola del cancelliere tedesco Angela Merkel all’indomani del summit del G20.

A Cannes è stato imposto ai Paesi in crisi di attuare presto i correttivi.

Occhi puntati sull’Italia, con il direttore dell’Fmi Christine Lagarde che dopo aver confermato l’invio di ispettori a Roma, parla di mancanza di credibilità delle misure annunciate e spiega che il ruolo del Fondo sarà quello di sottoporre Berlusconi a un test della realtà.

Il premier italiano si appresta al voto di fiducia della prossima settimana con una maggioranza in dissolvimento. Lui resta fiducioso, al contrario dei suoi fedelissimi.

La situazione di incertezza ha spinto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano prima ad avviare colloqui informali con le forze parlamentari e poi ad invocare l’apertura di una nuova fase:

“È indispensabile un riavvicinamento fra campi politici contrapposti – ha detto il Capo dello Stato -per riaprire all’Italia una prospettiva di sviluppo e anche per ridare all’Italia il ruolo e il presitigio che le spetta”.

La debolezza del governo rinvigorisce l’opposizione di sinistra con il Partito democratico che fa sua la richiesta del Financial Times. Il quotidiano britannico ha invitato Berlusconi ad andarsene. L’attesa, ora, è per il voto di fiducia di martedì.