ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: la violenza non si ferma

Lettura in corso:

Siria: la violenza non si ferma

Dimensioni di testo Aa Aa

A parole Damasco approva la proposta della Lega Araba, ma nei fatti la repressione contro l’opposizione non si ferma. Mezzi dell’esercito siriano si sono diretti verso la capitale. A Homs decine di persone sarebbero state uccise dai colpi dei carri armati sparati contro uno dei quartieri residenziali della città.

Mohamad Salman ex ministro dell’informazione ora a capo d’Iniziativa nazionale democratica, una delle forze d’opposizione, insiste nel chiedere un passo indietro al presidente Bashar al Assad: “Noi di Iniziativa Nazionale chiediamo alle autorità di lavorare molto seriamente per portare avanti questo

impegno e risolvere la crisi. Chiediamo anche ai partiti d’opposizione di agire in armonia e lavorare assieme per fare in modo che l’accordo abbia successo”.

Lunedì in Qatar la Lega Araba aveva proposto al regime siriano un piano per mettere fine alla violenza che va avanti ormai da sette mesi e che è costata la vita a più di tremila persone.