ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele dopo gli Usa blocca i fondi per l'Unesco

Lettura in corso:

Israele dopo gli Usa blocca i fondi per l'Unesco

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele bloccherà i fondi destinati all’Unesco. Così risponde Tel Aviv dopo la decisione dell’agenzia per la scienza e la cultura dell’Onu di riconoscere la Palestina come proprio membro a tutti gli effetti. Il portavoce del premier israeliano:

“Il budget statale che era destinato all’Unesco andrà ora a progetti regionali e per il Medioriente mirati a favorire la cooperazione nelle scienze, nella cultura e nell’educazione. Si tratterà di progetti che non mineranno la pace, come nel caso della recente decisione dell’Unesco”.

L’Unesco dovrà rinunciare ai due milioni di dollari versati annualmente da Israele, ma anche ai 60 degli Stati Uniti, pari al 22% dei finanziamenti totali. Israele ha tagliato gli aiuti anche all’Autorità Nazionale Palestinese. Questa la replica del ministro degli esteri:

“Non ci sentiamo responsabili di questo ricatto dell’amministrazione americana per il taglio di fondi. Non possiamo addossarci la colpa di questo, la responsabilità è degli Usa”.

Il giorno dopo la decisione dell’Unesco, Israele ha inoltre annunciato che accelererà la costruzione di duemila abitazioni in Cisgiordania e a Gerusalemme est.