ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: ancora presto per decisione su fondo salva-Stati

Lettura in corso:

Cina: ancora presto per decisione su fondo salva-Stati

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina richiama l’Europa all’ordine e sulla partecipazione al fondo salva-Stati prende tempo. A Cannes il presidente Hu Jintao ha affermato che spetta al Vecchio continente risolvere il problema del debito e si è detto fiducioso sulle sue capacità di far fronte alla crisi in atto.

Quanto al fondo di stabilità finanziaria, Pechino non si sbilancia e aspetta chiarimenti. Anche per il viceministro delle finanze è troppo presto per prendere una decisione in tal senso. Quanto alla Grecia, la Cina si augura che il piano anticrisi sia applicato.

“Il referendum greco è stato qualcosa di inaspettato, ma lo consideriamo una decisione autonoma della Grecia”, ha affermato Zhu Guangyao. “Ci auguriamo che Atene riduca del tutto l’incertezza per favorire la fiducia degli investitori e placare i mercati finanziari”.

“Pensiamo che la zona euro e la Grecia abbiano la capacità e la saggezza di portare avanti le riforme”, ha aggiunto il viceministro delle Finanze cinese. “In ogni caso, la Cina manterrà stretti legami con l’Europa”.

Il sostegno di Pechino al fondo salva-Stati potrebbe aggirarsi intorno ai 70 miliardi di euro, secondo un membro della banca centrale cinese. La Cina attende di conoscere le condizioni, innanzitutto quali saranno le garanzie offerte in cambio dell’acquisto di debito.

Leggi anche:

Trichet: La zona euro è solida, ma alcuni paesi devono correggersi e cambiare rotta
 
Grecia: Papandreu e il referendum rischia-tutto

Accordo anti-crisi, prima riposta a timori del mercato