ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un martedi nero sui mercati

Lettura in corso:

Un martedi nero sui mercati

Dimensioni di testo Aa Aa

Una batosta sui principali mercati finanziari europei. Al termine della seduta di martedi Atene é negativa per poco meno del 7%, Milano il 6,80%, Parigi e Francoforte lasciano sul terreno oltre il 5%.

Il differenziale tra Btp e Bund sale ad oltre 400 punti con un rendimento record al 6,3%.

Secondo quest’analista greco cio che é certo é che la situazione attuale aiuta l’Europa a sbarazzarsi della Grecia con conseguente calo dell’economia. Il governo ellenico non ha idea delle pressioni che la Grecia sta subendo. In altre parole chi paagheerà le pensioni a dicembre.

Ancora una volta a pagarne le conseguenze della speculazione sono i titoli bancari: Intesa San Paolo, Unicredit, Société Générale, Bnp Paribas sono tutte blu chipss in perdita di oltre il 10%

- Intanto il presidente francese Nicolas Sarkozy, che ha annunciato una riunione con i ministri i cui dicasteri sono interessati dalla crisi, si vedrà, come con la cancelliera tedesca Angela Merkel «a Cannes mercoledì 2 novembre nel pomeriggio, per una riunione di consultazione con le istituzioni europee e il Fmi, oltre che per una riunione con le autorità greche», riferisce una nota dell’Eliseo. «Il gesto della Grecia è irrazionale e, dal loro punto di vista, pericoloso».