ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: nuovo premier e fine della no-fly zone

Lettura in corso:

Libia: nuovo premier e fine della no-fly zone

Dimensioni di testo Aa Aa

Abdul Raheem al-Keeb è il nuovo primo ministro libico: il docente universitario, formato negli States, è stato eletto dai 51 membri del Consiglio Nazionale di Transizione. Un primo passo verso le riforme democratiche, anche se manca ancora molto: Al-Keeb è stato eletto con 26 voti a favore, una vittoria risicata che potrebbe essere fonte di problemi nel futuro. Le sue prime parole sono un’esortazione all’unità:

“Abbiamo molte cose a cui pensare: i feriti, i prigionieri e altri problemi. Spero che ci siederemo presto con i nostri fratelli del consiglio nazionale per decidere insieme sul governo, i ministri e gli altri membri, e poi vedremo i dettagli”

Al-Keeb è praticamente uno sconosciuto nel Paese, e ha di fronte a sé compiti enormi: a partire dall’organizzazione delle elezioni per l’Assemblea costituente, che si dovrebbero tenere entro otto mesi.

L’aeroporto di Tripoli intanto si appresta a tornare all’attività normale: dalla mezzanotte scorsa la missione della NATO è conclusa, non c‘è più no-fly zone. Per i voli commerciali ci vorrà ancora un po’, ma sono stati organizzati voli prioritari per i pellegrini diretti alla Mecca.