ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli indignati 'spaccano' la Cattedrale di St.Paul

Lettura in corso:

Gli indignati 'spaccano' la Cattedrale di St.Paul

Dimensioni di testo Aa Aa

“Non potete servire dio e il diavolo”.

Gli indignati di Londra accampati davanti alla cattedrale di Saint Paul, nel cuore della city, spaccano la Chiesa d’Inghilterra.

Nuove dimissioni sono state annunciate ai vertici della Cattedrale, mentre sul sagrato duecento tende sfidano da 16 giorni l’autunno e le autorita’ della City. I manifestanti hanno 48 ore di tempo per sgomberare il campo, altrimenti lo farà la polizia.

.

Dopo sette giorni di chiusura, per via delle proteste, in Cattedrale si è ripreso a celebrare messa venerdî scorso.

Una chiusura forzata e onerosa, visto che l’ingresso della chiesa è a pagamento e che ogni giorno l’introito è di circa 20 mila euro.

Stamani dopo la celebrazione, i fedeli hanno espresso simpatia nei confronti degli indignati.

Sheila McKenna:

“Vorrei che riuscissimo veramente a mettere fine alla disparità che esiste tra ricchi e poveri”.

Sybil Wesley:

“È ridicolo che gli stipendi dei top manager siano aumentati del 50% e che il paese versi in questo stato. Non li condanno per guadagnare un buono stipendio ma dico che nella situazione attuale è pazzesco ricevere così tanti soldi in più”.

Graeme Knowles è il secondo alto prelato di St. Paul che si dimette giudicando la sua posizione ”insostenibile” .

Eppure è proprio su sua richiesta che la City ha intimato agli accampati di levare le tende entro 48 ore.

Oggi il portavoce della Chiesa fa un discorso più contenuto.

Michael Hampel: “Abbiamo chiesto che benga rimosso l’accampamento ma non vogliamo soffocare la protesta. Vogliamo lavorare con loro per trovare una soluzione. Non importa se occorreranno settimane, mesi per trovare una soluzione pacifica; noi comunque la sosterremo”.

I manifestanti hanno messo il dito nella piaga di una Chiesa anglicana stretta tra Dio e la City.

Negli ultimi 10 anni la Cattedrale di Saint Paul ha ricevuto 46 milioni di euro in donazioni, moneta sonante proveniente da banche come Goldman Sachs, UBS et HSBC.