ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: da Lega araba un piano per cessare repressione

Lettura in corso:

Siria: da Lega araba un piano per cessare repressione

Dimensioni di testo Aa Aa

Bashar al Assad avverte l’occidente: un’azione contro la Siria causerebbe un terremoto e metterebbe a fuoco l’intera regione.

Il rais di Damasco continua a reprimere le rivolte nel Paese mostrando in tv i suoi sostenitori in piazza, mentre l’esercito – denunciano gli attivisti anti-regime – ha fatto altri sessanta morti da venerdì scorso.

“Quando il nostro Paese affronta minacce militari, quando esiste una minaccia alla nostra sicurezza, i colloqui su rapporti di forza non hanno senso – ha spiegato Assad in un’intervista televisiva – Non importa in questo caso chi è forte e chi è debole. Se sei un piccolo e debole Stato, mentre l’avversario è grande e forte, difendi il Paese a prescindere dalla correlazione di forze”.

A Doha, la Lega Araba ha presentato a una delegazione siriana un piano per la fine delle violenze. Assad deve adottare misure concrete per porre fine ai disordini, ha detto il premier del Qatar, Hamad Ben Jassem Al-Thani. Nel frattempo ad Homs, una giovane di 22 anni veniva colpita al petto da un cecchino.