ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ocse rivede i tassi di sviluppo

Lettura in corso:

Ocse rivede i tassi di sviluppo

Dimensioni di testo Aa Aa

‘‘Le incertezze sull’evoluzione economica a breve termine sono drammaticamente aumentate negli ultimi mesi’‘, a causa della situazione nell’eurozona e ai problemi degli Stati Uniti nel consolidamento fiscale. Lo scrive l’Ocse, in una nota emessa in vista del vertice G20 di Cannes.

Il prodotto interno lordo dei Paesi del G20 crescera’ del 3,9% nel 2011, del 3,8% nel 2012 e del 4,6% nel 2013.

La crescita piu’ rilevante sara’ nei Paesi emergenti (rispettivamente +9,3%, +8,7%, +9,5%).

Il Pil dell’eurozona crescera’ dell’1,7% nel 2011, ma solo dello 0,3% nel 2012.

Il debito pubblico arrivera’ al 95,2% del Pil nel 2011, al 97,2% nel 2012 e al 97,6% nel 2013.

‘‘Un deterioramento delle condizioni finanziarie dell’ampiezza osservata durante la crisi globale – scrive in conclusione l’Ocse – potrebbe portare a una caduta nel livello del Pil in alcuni dei maggiori Paesi Ocse fino al 5% nella prima meta’ del 2013.