ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Medio Oriente, sale a tredici il numero delle vittime del fine settimana

Lettura in corso:

Medio Oriente, sale a tredici il numero delle vittime del fine settimana

Dimensioni di testo Aa Aa

Altre due morti sono stati ritrovati questo lunedì nella Striscia di Gaza. Il numero delle vittime del fine settimana è salito a dodici. Sabato il raid aereo israeliano su Rafah ha riacceso la miccia degli scontri. All’attacco è seguita la rappresaglia con il lancio di una trentina di razzi da parte delle milizie della Jihad islamica: “Possiamo colpire gli israeliani come accaduto pochi giorni fa, e succederà ancora se Tel Aviv continuerà a rompere la tregua come questa volta” – afferma il portavoce Abu Ahmad.

L’attacco israeliano è seguito all’allerta lanciata dai servizi segreti sul rischio di un’ esplosione di un razzo a lunga gittata nella zona sud di Tel Aviv.

“Tel Aviv deve dare un colpo decisivo alla Jihad e a Hamas nella Striscia di Gaza, un’azione risolutiva per evitare che altri cittadini israeliani vengano feriti e uccisi” – afferma Shaul Mofaz, capo della commissione parlamentare per la difesa.

Israele piange una vittima, uccisa dal fuoco della Jihad ad Ashkelon, ad una ventina di km dal confine settentrionale con la Striscia di Gaza. Il botta e risposta armato è il peggiore episodio violento dalla tregua in atto da agosto.