ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unesco riconosce la Palestina

Lettura in corso:

L'Unesco riconosce la Palestina

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unesco riconosce la Palestina come membro a tutti gli effetti. Una decisione definita “controproducente” e “prematura” da Stati Uniti e Israele. Gli Usa hanno annunciato che taglieranno i loro 60 milioni di dollari di finanziamenti all’organizzazione dell’Onu per la scienza e la cultura. L’ambasciatore americano:

“L’unico percorso che noi tutti auspichiamo per arrivare a uno stato palestinese è attraverso negoziati diretti. Non ci sono scorciatoie e crediamo che atti come quello di cui siamo stati testimoni oggi siano controproducenti”.

Israele ha definito l’ok dell’Unesco un “disastro”, annunciando di “non poter accettare questa decisione”. L’ambasciatore israeliano:

“Ci dispiace che un’organizzazione di scienza abbia adottato una risoluzione che è fanta-scienza. Sfortunatamente non esiste lo stato palestinese e quindi non avrebbe dovuto essere stato ammesso”.

“E’ una grande vittoria dice il ministro degli esteri palestinese è un momento storico nella vita del popolo palestinese. I palestinesi hanno aspettato questo momento per oltre 60 anni. Ora ci sono arrivati”.

Tra le nazioni che hanno votato contro, anche Germania e Canada. Astenuti Italia e Regno Unito. Tra i sì spicca la Francia. E’ un voto simbolico in attesa che il Consiglio di Sicurezza dell’Onu si pronunci, l’11 novembre, sull’ammissione della Palestina, come richiesto dal presidente Abu Mazen a settembre.