ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Unesco accoglie la Palestina con 107 sì

Lettura in corso:

L'Unesco accoglie la Palestina con 107 sì

Dimensioni di testo Aa Aa

La Palestina è ora a pieno titolo membro dell’Unesco.

Il via libera rischia di creare una profonda frattura tra l’organizzazione dell’Onu e gli Stati Uniti. Una decisione inaccettabile secondo Washington, che ha preannunciato la sospensione dei finanziamenti all’Unesco.

Ad annunciarlo ufficialmente è stata la presidente della Conferenza generale Katalin Bogyay:

“La Conferenza generale ha deciso l’ammissione della Palestina come membro dell’Unesco”.

La risoluzione ha visto 107 voti a favore, 14 contrari e 52 astensioni tra i paesi presenti.

Israele si era già detto rassegnato all’ingresso della Palestina e aveva minacciato un taglio dei finanziamenti. Cosa che hanno fatto anche gli Stati Uniti, il cui contributo ammonta al 22 percento delle somme corrisposte dagli stati membri.

I voti favorevoli all’adesione sono arrivati dalla Francia e, quasi all’unanimità, da tutti i paesi arabi, africani e latinoamericani.

Anche Spagna, Belgio, Austria e Russia hanno dato la propria approvazione.

Altri due sì sono arrivati da India e Cina.

Germania e Canada hanno invece espresso un giudizio contrario.

Tra le 52 astensioni, spiccano quelle di Italia e Regno Unito.