ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bosnia, presidenza: "Gli spari contro l'ambasciata Usa un attacco terroristico"


Bosnia-Erzegovina

Bosnia, presidenza: "Gli spari contro l'ambasciata Usa un attacco terroristico"

Per le autorità bosniache si è trattato di un attentato terroristico da condannare.

Apparterrebbe agli ambienti dell’integralismo islamico il giovane che ha aperto il fuoco sull’ambasciata statunitense ferendo due poliziotti.

Mevlid Jasarevic, serbo di 23 anni è stato a sua volta colpito dalle forze dell’ordine, ma senza gravi conseguenze. Il croato Zeljko Komsic è alla guida della presidenza collegiale di Bosnia e condanna l’episodio:

“Bisogna ancora capire se questo sia stato un gesto isolato o meno. Attendiamo i risultati delle indagini, perché non si è trattato di un attacco solo all’ambasciata statunitense o agli Stati Uniti, ma all’intera Bosnia- Erzegovina”.

Jasarevic proviene inoltre dalla comunità di musulmani wahabiti di Novi Pazar in Serbia. Secondo la dinamica ricostruita dagli inquirenti ha sparato dalla fermata del tram di fronte all’ambasciata poi tentando al fuga.

Prossimo Articolo

mondo

Merkel: la crisi non sarà risolta in un anno