ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: aiuti umanitari da numerosi Paesi, tra cui Israele

Lettura in corso:

Turchia: aiuti umanitari da numerosi Paesi, tra cui Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

In coda per un pasto caldo. A Ercis la popolazione colpita dal sisma viene assistita da una ong islamica, la fondazione per l’aiuto umanitario. Nella provincia di Van arrivano anche beni di prima necessità da 14 Paesi stranieri, tra cui Israele, e due agenzie dell’Onu.

E la politica estera non è estranea a questo dramma. C‘è chi rifiuta la mano di Israele visti i rapporti tesi con la Turchia, soprattutto dopo l’uccisione l’anno scorso di nove attivisti turchi su una nave diretta a Gaza.

“Sono un abitante di Ercis e non voglio l’aiuto di Israele”, dice Orhan Gocmen. “Un anno fa hanno martirizzato nove dei nostri. Non vogliamo il loro aiuto, la Turchia è forte abbastanza”.

Israele ha inviato unità abitative, coperte e abiti. In totale nella regione a maggioranza curda sono arrivate 25mila tende, tra cui quelle dell’Onu, per aiutare gli sfollati ad affrontare l’inverno, molto duro in quest’area, dove è già cominciata a cadere la neve. Il governo turco ha annunciato che consegnerà i ripari solo dopo aver identificato gli edifici inagibili.

Mentre c‘è chi si registra anche su internet per avere una tenda, alcuni accusano le autorità centrali di aiutare solo i sostenitori dell’Akp, il partito di governo.