ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto: Ankara chiede scusa. Saccheggiati camion con aiuti

Lettura in corso:

Terremoto: Ankara chiede scusa. Saccheggiati camion con aiuti

Dimensioni di testo Aa Aa

In Turchia centinaia di persone fanno la coda per ricevere una tenda e passare un’altra notte in questi ripari di fortuna, a temperature gelide, mentre il governo chiede scusa.

Nella provincia orientale di Van colpita dal sisma di domenica gli sfollati hanno anche protestato contro soccorsi che definiscono lenti e accusano le autorità di discriminazione. La popolazione è a maggioranza curda.

A rendere la situazione ancora più drammatica i casi di saccheggio, di 17 camioni con aiuti, denunciati dalla croce rossa turca.

Il primo ministro Recep Tayyip Erdogan ha ammesso che all’inizio la risposta del governo è stata insufficiente. “Riconosciamo di aver fallito nelle prime 24 ore”, ha affermato Erdogan. “Ci sono state delle mancanze, ma sono normali in situazioni del genere”.

Il governo ha anche accettato gli aiuti offerti da una trentina di Paesi, tra cui Israele, nonostante le tensioni sul piano diplomatico dovute al conflitto israelo-palestinese.

Il terremoto ha fatto 461 morti e oltre 1300 feriti. Intanto il ritrovamento di altri superstiti, ultimi una insegnante di 27 anni e uno studente di 18, infondono coraggio.