ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pechino corre in soccorso dell'Europa

Lettura in corso:

Pechino corre in soccorso dell'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina ha apprezzato l’accordo per fronteggiare la crisi del debito pubblico europeo raggiunto a Bruxelles durante il vertice di mercoledi. Pechino è interessata a rafforzare la cooperazione con l’Europa. Una posizione che il governo cinese presenterà al summit del G20 la settimana prossima a Cannes.

Euronews ha intervistato il vice-ministro degli esteri cinese Fu Ying, durante la sua ultima visita a Bruxelles, qualche giorno fa:

“La Cina ha continuato a fare i suoi sforzi, incrementando le importazioni dall’Europa, le importazioni sono in crescita in tutti i paesi europei, ma anche continuando ad investire in Europa e continuando ad aquistare delle obbligazioni europee. Non abbiamo mai tagliato le obbligazioni in nostro possesso”.

Secondo alcuni esperti la Cina ha bisogno di diversificare il suo portafoglio di titoli del debito pubblico in valuta estera, pari a 3.200 miliardi di dollari. Circa 500 miliardi sono titoli europei, soprattutto di Grecia, Portogallo e Spagna.

Spiega David Fouquet, dell’istituto europeo di studi asiatici: “I cinesi hanno investito molto nel debito pubblico americano nel passato. Hanno la maggior parte dei loro investimenti in buoni del tesoro americano, ora vogliono diversificare. Hanno paura di quello che il dollaro possa portare in questo periodo di instabilità”

Venerdi’ il direttore del Fondo europeo di stabilità finanziaria Klaus Regling sarà a Pechino per incontrare imprenditori cinesi interessati ad investire nel fondo europeo salva stati.