ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, governo ottimista, cittadini un po' meno

Lettura in corso:

Grecia, governo ottimista, cittadini un po' meno

Dimensioni di testo Aa Aa

Dell’ottimismo ostentato dal capo del governo greco Papandreu non vi è traccia nelle strade di Atene. I cittadini restano preoccupati per il costo dell’accordo con l’Unione europea, e continuano ad accusare la classe politica di aver messo in ginocchio il paese.

“Non credo sia un buon accordo, ma era inevitabile. Il paese è in fallimento”.

“Fin quando questi 300 politici siederanno in parlamento le cose potranno solo peggiorare, e ci saranno sempre meno possibilità di uscire dalla crisi”

“Il ministro delle Finanze e il capo del governo andrebbero appesi a testa in giù, si sono venduti il paese con tutte le isole”.

Secondo i greci il peggio deve ancora venire. L’obiettivo del governo è quello di ridurre al 120 per cento del Pil il livello del debito, entro il 2020. Ma cosa questo significhi, per la vita quotidiana di milioni di greci, nessuno per ora può dirlo.