ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, corsa contro il tempo per trovare sopravvissuti

Lettura in corso:

Turchia, corsa contro il tempo per trovare sopravvissuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo una seconda notte passata all’addiaccio, si fanno più consistenti gli aiuti distribuiti ai terremotati turchi. Il bilancio delle vittime del sisma che ha colpito la regione sud-orientale di Van è stato aggiornato a 366 morti e oltre 1300 feriti.

La macchina dei soccorsi, in un Paese purtroppo abituato ai disastri provocati dai terremoti, è ora a pieno regime. Ma sono ancora migliaia i senzatetto che non hanno alcun riparo, costretti a scaldarsi con fuochi accesi all’aperto, con temperature già vicine allo zero. Varie tendopoli sono in allestimento, ma ci vorrà del tempo per ospitare tutti gli abitanti che hanno dovuto abbandonare le loro case.

“Abbiamo passato la notte al gelo – dice una donna ospite di una tendopoli -. Abbiamo tremato di freddo per ore, nessuno ci ha fornito coperte o stude per riscaldarci, non avevamo nemmeno un gabinetto. La gente si sta ammalando. Qui è tutto molto sporco”.

Sulle montagne di macerie, continua la corsa contro il tempo per salvare quanti ancora sono imprigionati. I soccorritori impiegano cani per individuare la presenza di eventuali sopravvissuti. Ma ad ogni ora che passa la speranza si fa sempre più debole.