ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tendopoli a Ercis per migliaia di senzatetto

Lettura in corso:

Tendopoli a Ercis per migliaia di senzatetto

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattromila tende, undicimila coperte, cibo e sostegno ai senzatetto. Nel campo sportivo di Ercis la macchina turca dei soccorsi gira a pieno regime.

Qui, gli abitanti della città che non hanno dove dormire sono tanti. Alcuni hanno perso la casa, altri sono troppo impauriti per potervi fare ritorno.

“Fortunatamente nessuno della nostra famiglia è morto, ma i nostri vicini hanno perso i loro parenti. I danni sono enormi. Voglia Dio che quello che è successo non accada più. Che Dio benedica la nostra terra. Non mi ricordo di niente così drammatico”, dice questa donna, che racconta di essere rimasta per strada: nella sua casa si è aperta una crepa, ed ora è inclinata.

Sul terreno operano le squadre della Mezzaluna Rossa e i soldati dell’esercito, mobilitati subito dopo la catastrofe. Insieme a loro anche i soccorsi giunti dall’estero, come i 150 pompieri venuti dall’Azerbaijan.

Qui, ad Ercis, nell’epicentro del terremoto, la gente che ha perso la casa ha passato la notte nelle tende della Mezzaluna Rossa turca. E qui viene fatto convergere tutto l’aiuto.