ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

, Saab: i cinesi lasciano, si avvicina la bancarotta

Lettura in corso:

, Saab: i cinesi lasciano, si avvicina la bancarotta

Dimensioni di testo Aa Aa

La strada verso il fallimento di Saab pare inevitabilmente segnata. Saltato l’accordo con i cinesi, per lo storico marchio di automobili svedese, non si intravede via d’uscita. Sulla borsa di Amsterdam, il titolo della Swedish Automobile, attuale proprietaria, ha aperto in calo del 23%, recuperandone però poi una buona parte.

Pang Da e Youngman, con le quali era stato siglata un’intesa a giugno, hanno prima rilanciato e poi si sono defilate, dopo il diniego dell’attuale proprietà. Le due società volevano rilevare il 100% di Saab, interessate più a brevetti e tecnologie che ad accordi di distribuzione.

Proposta ritenuta irricevibile, ma la produzione è ferma da giugno e l’amministratore straordinario ha chiesto la bancarotta. La proprietà prende tempo, assicurando di avere il denaro per i pagamenti immediati, grazie a un fondo di private equity americano.

I partner cinesi abbandonano Saab. Bancarotta sempre più vicina per il produttore d’auto svedese.

Eurozona verso la recessione. Calano ancora gli indici manifatturiero e dei servizi. Rallenta anche la Germania.