ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

ETA: dopo l'addio alle armi, dibattito sull'amnistia

Lettura in corso:

ETA: dopo l'addio alle armi, dibattito sull'amnistia

Dimensioni di testo Aa Aa

Ora, l’amnistia: la chiedono in molti, nel Paese basco, dopo l’abbandono definitivo della lotta armata annunciato dall’ETA.

Una richiesta che Iñigo Urkullu, il leader del Partito Nazionalista Basco – primo partito nella regione autonoma ma attualmente all’opposizione – ha presentato al governatore socialista Patxi Lopez.

Arturo Peres Rubalcaba, ex ministro dell’interno spagnolo – attualmente candidato socialista per la guida del governo nazionale – è cauto: “da qui alle elezioni del 2 novembre è meglio mantenere la politica anti-terrorismo – dice – e dopo le elezioni i partiti discuteranno tranquillamente sul da farsi. Ma non penso debba essere un tema per la campagna elettorale”.

Più netta la posizione del Partito Popolare, attualmente all’opposizione ma favorito nei sondaggi: “Nessun negoziato – dice il leader del PPE Mariano Rajoy -: l’ETA ha detto che cessa la sua attività criminale, ed è un’ottima notizia. Ma la sola strada possibile è quella della legge e del diritto”.