ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In migliaia in piazza in nome dell'indipendenza dei Paesi Baschi

Lettura in corso:

In migliaia in piazza in nome dell'indipendenza dei Paesi Baschi

Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni dopo l’annuncio storico dell’Eta di porre fine a 40 anni di lotta armata ieri migliaia di separitisti baschi sono scesi in piazza a Bilbao. Politici locali accanto a cittadini: tutti uniti nel voler trovare il prima possibile una soluzione alla questione dell’indipendenza dei territori baschi. Un nodo questo che è diventato il baluardo della violenza dell’organizzazione terroristica.

“ Vorrei che il popolo basco potesse decidere in pace e liberamente sulle questioni della propria regione. Niente di piu’”

“ Chiediamo che i tutti prigionieri baschi possano tornare in carcere in questa regione. Solo cosi’ per noi inizierà un nuovo capitolo”.

Molti dei manifestanti scesi in strada non hanno fatto mistero di condividere la richiesta dell’ETA: spostare i circa 700 detenuti che si trovano in Spagna e Francia nella regione basca.

Una strategia sostenuta dalla sinistra indipendentista basca, che condanna la violenza ma anche molti medoti politici. Un messaggio forte, condiviso da molti, che dovrebbe essere preso in considerazione anche dagli altri partiti.

Per ora il presidente del governo basco, Paxi Lopez, non sembra deciso al dialogo: nulla deve essere concesso all’Eta e ai suoi seguaci. Un concetto espresso durante la campagna elettorale del Partito Socialista per le elezioni d novembre e ribadito anche dopo l’annuncio della fine delle violenze.