ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Shalit, a spasso nel suo primo giorno di libertà

Lettura in corso:

Israele: Shalit, a spasso nel suo primo giorno di libertà

Dimensioni di testo Aa Aa

Blindatissimo il piccolo villaggio di Mitzpe Hila, in Alta Galilea, per la prima passeggiata da uomo libero di Gilad Shalit dopo più di cinque anni di prigionia.

Il militare israeliano, la cui libertà è stata scambiata con quella di 1027 prigionieri palestinesi, ha salutato con affetto i curiosi che si sono avvicinati per salutarlo, mentre la polizia teneva lontani i cronisti.

Gerusalemme: il giorno dopo la festa per il ritorno a casa del giovane, è il tempo dei dubbi e delle paure per il futuro.

“Da una parte stiamo celebrando il rilascio del soldato, ma dall’altra ci sono esseri umani che stanno festeggiando la liberazione di oltre mille assassini. E il mondo plaude ed esulta per questo accordo”, è il commento di un avventore in un caffé cittadino.

Un altro sottolinea: “La maggior parte della gente in Israele sta celebrando il rilascio di Shalit, è diventato un grande simbolo nel nostro Paese e per molti aspetti egli è figlio di Israele”.

Sui maggiori quotidiani israeliani l’entusiasmo sta già cedendo il passo agli interrogativi. Il principale: si è trattato di un patto col diavolo?