ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Shalit libero. Israeliani e palestinesi in festa

Lettura in corso:

Shalit libero. Israeliani e palestinesi in festa

Dimensioni di testo Aa Aa

Divisi da sempre, uniti per un giorno, palestinesi e israeliani condividono una memorabile pagina di festa.

A mettere d’accordo tutti è il ritorno a casa di Gilad Shalit, il soldato-israeliano rapito il 25 giugno 2006 e da allora per quasi 2000 giorni nelle mani di Hamas.

Gioia che al termine della giornata esplode a Mitzpe Hila, cittadina prossima al confine con i libano e capolinea un lungo lavorio diplomatico, che ha fatto parlare il premier israeliano Benjamin Netanyahu di “missione compiuta” ma anche di “scelta difficile”.

Mai così salato nella sua storia, il prezzo pagato da Israele per riavere Shalit è stato il via libera al rilascio di 1027 palestinesi detenuti nelle proprie carceri.

Abbracci e lacrime la reazione in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, dove sono arrivati la maggior parte dei 477, liberati in questa prima fase. Auspicio dello stesso Shalit: che si tratti davvero di un passo verso la pace.