ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles chiude le porte al presidente ucraino Yanucovich

Lettura in corso:

Bruxelles chiude le porte al presidente ucraino Yanucovich

Bruxelles chiude le porte al presidente ucraino Yanucovich
Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea ha posticipato la visita del presidente ucraino Victor Yanucovich prevista giovedì a Bruxelles. Dopo la condanna a sette anni di carcere dell’ex premier ucraino Timoshenko, l’Europa spera di spingere Kiev a garantire una maggiore indipendenza del sistema giudiziario.

“L’incontro è stato posticipato a data da definire – ha spiegato Karolina Kottova, portavoce della commissione europea-quando ci saranno migliori condizioni per le relazioni l’Unione europea e l’Ucraina”

In tutta risposta il Parlamento ucraino ha annullato il voto su un emendamento che avrebbe potuto depenalizzare il reato, per cui è stata condannata Julia Timoshenko.

Per l’Unione europea la sentenza è stata puramente politica. Spiega l’eurodeputato Paweł Kowal che guida la delegazione con l’Ucraina:

“Dobbiamo spedire all’opinione pubblica di Kiev un messaggio molto forte: il rispetto dei diritti umani e le relazioni tra l’opposizione e il governo sono la base della democrazia”.

In precedenza in un’intervista esclusiva ad Euronews, il presidente ucraino Victor Yanucovich, ha ribadito che la Timoshenko è comunque una criminale: “Il caso Timoshenko è una violazione della legge penale, le tasse non sono state pagate, il bilancio ucraino ci ha rimesso, il gas è stato importato e venduto ai consumatori e lo stato ha sofferto gravi perdite”.

A rischio ora è l’accordo di associazione e di libero scambio tra Unione europea e Ucraina. Un accordo importante atteso da entrambe le parti, ma che il verdetto Timoshenko potrebbe congelare.