ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Palestinesi, l'attesa per i rilasciati in cambio di Shalit

Lettura in corso:

Palestinesi, l'attesa per i rilasciati in cambio di Shalit

Dimensioni di testo Aa Aa

Palestinesi divisi tra gioia e tristezza, tra chi ha il proprio congiunto tra i rilasciati in cambio di Galid Shalit e chi no.

Nel previsto scambio graduale, un migliaio di detenuti torneranno a casa. Una manifestazione a Ramallah ricorda gli altri 4 mila che restano nelle carceri israeliane.

Tra i fortunati c‘è l’ucraina Irena Sarahna, accusata di aver partecipato a un attentato suicida. La sua famiglia l’aspetta a Betlemme, nel campo profughi di Deishe: “Quando ho avuto la notizia mi sono sentita come volare”, racconta la suocera di Irena, Zinab Sarahna, “ho detto a mio marito: la ragazza è qui, dille che sua madre sarà rilasciata”.

Irena rivedrà sua figlia dopo dieci anni: “Non vedo mia madre da quando avevo otto mesi, ero piccola, non l’ho conosciuta. Ora sono una ragazza, lei sarà liberata e sono felice”.

Al confine tra Gaza e l’Egitto intere famiglie attendono i loro cari mentre si moltiplicano le voci sulla liberazione anche di 81 egiziani in cambio di altri due israeliani.