ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Inondazioni e frane. L'America centrale conta i suoi morti

Lettura in corso:

Inondazioni e frane. L'America centrale conta i suoi morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un bilancio quasi raddoppiato in circa ventiquattr’ore. Le piogge torrenziali sull’America Centrale continuano a fare vittime in diversi paesi.

Più colpito il Salvador, dove si registrano più di 30 degli oltre 80 morti contati dalle autorità. Già migliaia gli sfollati e centinaia le tonnellate di cibo qui distribuite alle popolazioni colpite.

Ad aggravare situazione e bilanci le numerose frane che hanno inghiottito diverse abitazioni. Secondo i soccorritori, la maggior parte delle vittime sarebbe rimasta intrappolata da una vera e propria ondata di fango.

Il presidente del Salvador Mauricio Fuentes ha dichiarato venerdì lo stato d’emergenza. Una misura poi adottata anche dal vicino Guatemala, dove soltanto nelle ultime ore il numero dei morti sarebbe schizzato ad oltre 25.

Quaranta le frane che si contavano soltanto sabato nella capitale, Città del Guatemala. Altrettante le scuole costrette alla chiusura e decine le abitazioni e i negozi allagati. La speranza è ora nel cielo. Dopo l’intensificarsi delle precipitazioni nel weekend, qualche schiarita potrebbe cominciare a registrarsi già dalle prossime ore.